Funghi shiitake nel cancro alla prostata

Buonasera Dottore - Tumore alla prostata: Una nuova cura

I preparativi per rafforzare i muscoli della prostata

Sotto stress o in condizioni di tossicità, poiché il nostro sistema nervoso è particolarmente disturbato, i livelli di cortisolo sono molto elevati e la membrana biologica perde la propria integrità e, pertanto, non è più in grado di comunicare adeguatamente con le altre cellule, cioè il nostro organismo perde la sua capacità di interazione. Oltre al Maitake, vi sono altri funghi noti per le loro straordinarie proprietà. Gli esperti di micoterapia sanno che i suoi principi attivi, tra funghi shiitake nel cancro alla prostata in particolare polisaccaridi come i beta-glucani e i triterpeni come gli acidi ganoderici, funghi shiitake nel cancro alla prostata il Reishi un potente antinfiammatorio, un funghi shiitake nel cancro alla prostata e un adattogeno contro stress, debolezza, fatica e stanchezza.

Vi sono molti tipi di funghi medicinali, tra le cui proprietà, come avviene per il Cordyceps Sinensis, un fungo che cresce in Tibet a 5. Da questo studio, nel corso del quale è stato somministrato a 3.

Al termine della sperimentazione, sei mesi più tardi, nessuno dei 3. Tra le altre particolarità del Cordyceps vi è anche quella di essere estremamente efficace contro tutti quei batteri che hanno sviluppato resistenza agli antibiotici più comuni come la penicillinagrazie alla cordicepina in esso contenuta.

Spesso, invece, si consumano funghi coltivati, per i quali, per favorirne una crescita veloce, vengono utilizzati pesticidi che poi noi mangiamo. Tuttavia, se i funghi sono sani, come era ben risaputo nella Medicina Tradizionale Cinese, vanno a proteggere proprio il fegato ed i reni, ripulendo il corpo dalle tossine e, inoltre, oltre ad essere privi di zuccheri, grassi e sale, sono ricchi di fibre alimentari e possono contenere, proprio come nel caso del maitake, funghi shiitake nel cancro alla prostata molto importanti per la nostra salute, come il potassio, il fosforo, il rame ed il ferro, nonché cinque importanti vitamine del gruppo B.

Edizioni Scientifiche Still, www. Grafica e conversione in template joomla! Gli antichi erboristi nipponici e cinesi ritenevano che questo fungo migliorasse significativamente il sistema immunitario e, a quanto risulterebbe da ricerche condotte in merito alla sua efficacia, sembra avessero ragione. Secondo i ricercatori, questi funghi sarebbero in grado anche di abbattere addirittura di due terzi la possibilità di sviluppare il cancro al seno, oltre che di ridurre il rischio di malattie cardiache.

Il carrello è vuoto. Username Password Ricordami Password dimenticata? Nome utente dimenticato? Non ancora registrato? Edizioni Scientifiche Still Promuovi anche tu la tua Pagina.

Template realizzato per www.