Samario nel cancro alla prostata

Tumore alla prostata, come si sconfigge

Costi operativi prostata

Poche settimane fa, nella prestigiosa cornice dell'Istituto Nazionale dei Tumori INT di Milano, si è svolto il primo incontro dedicato ad approfondire il ruolo della terapia radiometabolica nella cura del dolore conseguente alle metastasi ossee. L'Istituto, uno dei più importati nel nostro paese per la cura dei tumori, è uno dei centri italiani di Medicina Nucleare dotati di posti letto. Emilio BombardieriDirettore della U.

Sergio BaldariDiretto della U. Samario nel cancro alla prostata di seguito Samario nel cancro alla prostata di fornirvi una sintesi dei contenuti esposti durante il convegno. Le metastasi sono le forme più frequenti di tumore dell'osso e lo scheletro è la terza sede più comune di metastasi, preceduto da polmone e fegato. Meno frequentemente coinvolte sono le estremità. Si sta osservando inoltre un progressivo aumento di incidenza delle metastasi ossee correlato al fatto che il malato oncologico, grazie a terapie più efficaci, vive più a lungo.

Ogni anno negli USA circa In Italia è possibile stimare un'incidenza annuale di metastasi ossee di circa Dal punto di vista radiologico, le metastasi ossee possono essere osteolitiche più frequenti e osteoblastiche.

Oltre al dolore, i pazienti con metastasi ossee possono presentare fratture patologiche, compressione midollare, ipercalcemia, invasione con soppressione midollare e altri effetti sistemici. Gli eventi scheletrici e il dolore hanno dimostrato in diversi studi di peggiorare in maniera significativa la qualità di vita del paziente, riducendone l'autonomia funzionale e peggiorando lo stato psico-emozionale dello stesso.

Inoltre sono ormai chiare le evidenze Samario nel cancro alla prostata di una correlazione diretta tra eventi scheletrici ed incremento della mortalità nel tumore della mammella, della prostata, del polmone e nel mieloma multiplo. Per quanto appena detto, è importante selezionare i pazienti a rischio e trattarli immediatamente per prevenire queste complicanze e contrastare l'elevata morbilità. Gli obiettivi del trattamento delle metastasi ossee sono fondamentalmente tre: la prevenzione degli SRE, il controllo del dolore e l'aumento della sopravvivenza.

Esistono oggi diverse strategie ed opzioni terapeutiche per la gestione e il controllo delle metastasi ossee, quali le terapie antineoplastiche, i bisfosfonati, la chirurgia ortopedica, la Samario nel cancro alla prostata esterna, la terapia radiometabolica e la riabilitazione.

La terapia radiometabolica, per la sua efficacia e il profilo di sicurezza, rappresenta una valida opzione per la palliazione del dolore da metastasi. Mentre i primi due sono indicati per il carcinoma prostatico, il terzo è Samario nel cancro alla prostata con indicazioni più ampie, in pratica per qualunque paziente con metastasi scheletriche che rientrino in specifici criteri previsti.

I due composti a base di Renio e Samario presentano cinetiche più rapide dello Stronzio e si concentrano nelle zone con Samario nel cancro alla prostata turnover osseo. Sono quindi farmaci di impiego più agevole. La durata mediana della risposta varia da 11 a 29 settimane.

Numerosi fattori condizionano la riposta antalgica, quali il tipo di radiofarmaco utilizzato, l'aspettativa di vita, il perfomance status e il numero e le caratteristiche delle metastasi ossee presenti. Ogni anno, sulla base dei dati diffusi durante l'incontro, vengono effettuati in Italia circa 1. Le altre terapie con radiofarmaci si rivolgevano all'ipertiroidismo, alla patologia neoplastica tiroidea e ad altre forme di tumore.

Durante la giornata di studio sono stati affrontati e discussi tutti gli aspetti inerenti la Terapia Radiometabolica delle metastasi ossee, nell'ottica Samario nel cancro alla prostata una sempre maggiore integrazione con le altre opzioni terapeutiche disponibili. In tale senso le esperienze più recenti evidenziano la possibilità di favorevoli sinergie terapeutiche e il possibile potenziamento dell'efficacia attraverso l'approccio multidisciplinare alla cura delle metastasi.

Altri articoli della sezione Varie. Malattie mentali neglette, serve un nuovo percorso di cura. Doppio blocco al fattore di crescita epidermico umano nel cancro colorettale metastatico. Tre studi positivi.